Loading...
Home2019-11-06T09:27:34+01:00

TRA.IN.E.E.S. GO ON!

L’industria metalmeccanica e turistica riveste in tutti i Paesi industriali d’Europa un ruolo rilevante sia
dal punto di vista quantitativo, in termini di occupazione, valore aggiunto e scambi internazionali, sia per il ruolo strategico che assolve. In Basilicata sia il settore metalmeccanico che quello turistico sono diventati due pilastri portanti dell’economia regionale contribuendo in modo determinante alla crescita ed al mantenimento dei livelli di competitività dell’intero comparto industriale. Il progetto “TRAineeships IN European EnterpriseS GO ON!” nasce dalla volontà di dare continuità al successo raggiunto dal progetto “TRA.IN.E.E.S.” finanziato dalla call 2016 di Erasmus + Ambito VET. Confindustria Basilicata e le realtà coinvolte nel Consorzio, visti gli importanti risultati d’impatto raggiunti con il primo progetto, hanno convenuto sulla necessità di dare continuità alla formazione di neodiplomati nel settore metalmeccanico e turistico, settori di priorità d’azione per i prossimi anni, così come stabilito nel Piano di Lavoro regionale. Il coordinatore, Confindustria Basilicata punta a organizzare 100 tirocini presso aziende del settore turistico e metalmeccanico con sedi in Spagna, Germania, Belgio, Regno Unito ed Irlanda della
durata di 120 giorni (4 mesi) al fine di migliorare le qualifiche professionali di giovani neo-diplomati lucani ed accrescere i livelli occupazionali con benefici per i comparti metalmeccanico e turistico della Regione Basilicata.

Il progetto mira a:
– favorire lo sviluppo di un sistema regionale di rilevazione e qualifica delle competenze richieste per le seguenti figure professionali: “Disegnatore meccanico” e“Programmatore turistico locale;
– promuovere l’adozione del sistema ECVET quale sistema di riferimento europeo, supportando l’aggiornamento del Repertorio Regionale dei Profili Professionali della Basilicata;
– promuovere lo strumento del tirocinio all’estero come esperienza formativa per neodiplomati al fine di aumentare i livelli occupazionali tramite processi di apprendimento on-the-job e l’acquisizione di un spirito “imprenditoriale” e pro-attivo;
– accompagnare i partner coinvolti e il loro network di contatti in un processo di internazionalizzazione in concomitanza con la definizione di una strategia di sviluppo mirata all’apertura verso l’Europa.
Le principali fasi ed attività previste sono:
– preparazione: predisposizione delle documentazioni tra i partner, firma del MoU, definizione dei criteri di selezione e procedura di selezione, preparazione pedagogico-culturale e linguistica, incontro pre-partenza con i tutor progettuali;
– realizzazione: svolgimento delle mobilità prevedendo 5 flussi per i 5 Paesi ospitanti; ogni flusso prevede una valutazione iniziale, intermedia e finale con comunicazione regolare tra i tre tutor ed ogni partecipante;
– follow-up: reporting e valutazione condotta a seguito della mobilità; ulteriore esperienza di tirocinio in Italia offerta al 25-30% dei partecipanti che saranno a rischio di rientrare a far parte della categoria NEET.
A livello di impatto sui partecipanti, il partenariato ha quindi previsto il seguente scenario: – circa un 25-30% dei partecipanti avrà la possibilità di svolgere un nuovo tirocinio presso alcune aziende lucane e valorizzare ulteriormente il bagaglio professionale;
– circa un 20% è probabile che decida di rimanere all’estero in uno dei 5 Paesi coinvolti a seguito di un’offerta lavorativa o con la speranza di riuscire a trovare lavoro;
– un 15-20% dei beneficiari è plausibile che ritorni in Italia dopo il tirocinio e riesca a trovare un lavoro
in linea con il profilo professionale;
– un 30% dei partecipanti si prevede che decida di iniziare un corso di studi specializzante nel proprio
settore di riferimento o si iscriva ad un percorso di studi universitario. Ulteriore impatto che si auspica a livello di partecipanti consisterà nell’aumentare il loro senso di iniziativa personale, stimolare in loro la nascita di uno spirito imprenditoriale; migliorare le competenze linguistiche, comunicative e gestionali, insieme ad una maggiore consapevolezza della capacità di costruire il proprio futuro professionale. A livello di organizzazioni partecipanti, il partenariato spera di generare un impatto in termini di una migliorata capacità di cooperare a livello europeo al fine di acquisire nuove metodologie di lavoro per migliorare l’offerta formativa, adottare un modus operandi in linea con le proposte europee diventando anche un punto di riferimento ed eccellenza per gli altri enti del territorio locale e regionale in ambito di IeFP. Infine, sui benefici a lungo termine il progetto “TRA.IN.E.E.S. GO ON!” punta ad accendere i riflettori sulla situazione di grave disoccupazione giovanile presente in Basilicata focalizzandosi sulla formazione professionale dei giovani in settori trainanti per l’economia regionale.

News